Chi è lo Psicoanalista

Autore: Dr.ssa Costanza Calvio

Lo Psicoanalista è un particolare tipo di Psicoterapeuta. Esistono, infatti, molte scuole di Psicoterapia, una di queste è la Scuola di Psicoterapia Psicanalitica.

Questo particolare approccio deriva dal lavoro di Sigmund Freud, ma nel tempo si sono sviluppate molte correnti che si sono differenziate dall’idea originaria di Freud. Lo Psicoanalista, per diventare tale, segue il percorso dello Psicoterapeuta, ma in una scuola di Psicoterapia particolare (ad orientamento Psicanalitico), inoltre deve necessariamente sottoporsi in prima persona ad un’analisi personale.

Dal punto di vista pratico, ci sono molte e sostanziali differenze tra la Psicoterapia e la Psicoanalisi. La Psicoanalisi ha un “setting” (contesto) sicuramente più rigido della Psicoterapia, che si esprime ad esempio nella stabilità degli orari, che sono sempre gli stessi, e a volte in un maggior numero di sedute settimanali. Non è indicata per tutti i pazienti e generalmente è esercitata solo privatamente poiché, essendo più “profonda” della psicoterapia, non è praticabile nei servizi pubblici, dov’è presente un maggior numero di pazienti, e più gravi, o che per motivi economici non possono permettersi sedute frequenti.

Al contrario di molte altre tipologie di Psicoterapie la Psicoanalisi non si focalizza sul sintomo, poiché considera il sintomo soltanto una rappresentazione “mascherata” (psichica o somatica) di un conflitto inconscio più profondo. Cioè il sintomo è considerato solo il campanello d’allarme di un conflitto più profondo che causa sofferenza e che, manifestandosi, sta segnalando una richiesta urgente di attenzione. Dunque se un paziente arriverà con un disturbo d’ansia (psichico) o una dermatite nervosa (somatico), la terapia non verterà direttamente su questi sintomi, ma andrà alla ricerca di un conflitto più profondo, dentro al paziente, che provoca questi disturbi. Quando il o i conflitti inconsci saranno individuati e analizzati, i sintomi non avranno più ragione di segnalare alcun conflitto e, come diceva Freud: “si scioglieranno come neve al sole”.