Dr. Riccardo Tranquilli

PSICOLOGO – PSICOTERAPEUTA

Albo degli Psicologi Regione Lombardia n.11342 Sezione A

Terapeuta Sistemico Relazionale e Terapeuta EMDR per giovani, adulti, terza età e coppie

Via Leopoldo Camillo Volta 9/A, 46100 MANTOVA (MN)

Informazioni aggiuntive

TITOLO PROFESSIONALE

Psicologo – Psicoterapeuta

FORMAZIONE DI BASE

Psicologia Clinica

SPECIALIZZAZIONE E ORIENTAMENTO TERAPEUTICO

Terapia con EMDR, Psicoterapia Sistemico Relazionale

AREE DI LAVORO

Psicologia Clinica

TIPOLOGIA PAZIENTI

Giovani adulti (21-35 anni), Adulti (36-70 anni), Terza età (71 anni in poi), Coppie

ESPERTO IN

Blocchi/crisi personali, Difficoltà legate ad ansia e attacchi di panico, Difficoltà legate all’umore, Difficoltà relazionali e/o emotive, Nuove dipendenze (gioco, shopping, trading on-line, sesso, lavoro…)

PROBLEMATICHE TRATTATE

Ansia, Depressione, Dipendenza affettiva, Disturbi dell'umore, Fobie, Nuove dipendenze, Tossicodipendenza

USO DI TECNICHE CORPOREE

NO

PRATICO TERAPIA/SOSTEGNO DI GRUPPO

NO

SEDE DEGLI INCONTRI/SEDUTE

In studio, OnLine

COSTO MEDIO PER SEDUTA

60€

LINGUE

Inglese, Italiano

Descrizione

Nei primi anni di attività lavorativa mi sono occupato soprattutto di bambini, ragazzi e famiglie. Sono stato responsabile di progetti e servizi educativi, e supervisore di equipe pedagogiche di cooperative e di alcune comunità per minori del mantovano. Ho svolto interventi come psicologo scolastico in diversi Istituti Comprensivi della provincia, come formatore e tutor per genitori affidatari, e come docente e consulente per enti di formazione anche per l’orientamento e l’accompagnamento al lavoro.
Oggi, oltre a proseguire alcune di queste attività, il mio lavoro è centrato prevalentemente sulla psicoterapia con gli adulti, individui e coppie, per le problematiche più frequenti: depressione, ansia, fobie, disturbi psicosomatici, traumi, difficoltà relazionali.

Da circa dieci anni, inoltre, mi occupo in modo particolare di dipendenze. Dal 2011 al 2014 mi sono formato presso il Ser.D. dell’ASST di Mantova e, dal 2015, lavoro come psicologo clinico in una comunità residenziale per le tossicodipendenze. Mio specifico interesse è la dipendenza nei legami affettivi. E’, in alcuni casi, la condizione di chi sente i propri stati d’animo dipendere troppo dagli altri; di chi vive la paura delle separazioni, non riesce a superarle, o non riesce a separarsi anche se vorrebbe; di chi sente di scegliere sempre partner “sbagliati”; di chi si sente diviso tra più affetti; di chi non riesce mai a lasciarsi andare fino in fondo in un rapporto.

Penso che, nelle dipendenze come in altre situazioni, stare bene passi dal riuscire a riconoscere le proprie risorse – espressione così usata da sembrare scontata, ma farlo può non essere per nulla semplice o immediato, anche quando lo si desidera molto – oltre che dall’affrontare le difficoltà. Spesso le persone con cui lavoro hanno – in precedenza – applicato tecniche, provato esercizi, fatto “sforzi” razionali per cercare di sentirsi meglio. La psicoterapia aiuta a rendersi conto che è possibile stare bene senza applicare tecniche particolari, senza esercizi, ma comprendendo meglio ciò che si muove dentro di sé, ed intorno a sé, ed imparando a prendersene maggiore cura, nel rispetto dei propri tempi. In molti casi le persone escono dalle consulenze psicologiche e dai percorsi terapeutici non con la sensazione di aver “risolto un problema” (che spesso peraltro appare loro differente, ridimensionato, non più centrale o non più presente), ma di sentire con più chiarezza ciò che desiderano, ciò che è importante per loro, e di aver gettato basi più solide per la propria serenità.