Psicoterapia Sistemico-Relazionale

Autore: Dr.ssa Giselda D’Egidio

La psicoterapia è un viaggio dentro se stessi, un percorso per comprendere le proprie difficoltà e la loro origine, per affrontare il disagio e superarlo smettendo di soffrire. Fare Terapia Sistemico-Relazionale significa immergersi in una rete di idee, emozioni e persone significative. Essa si fonda su un modello che connette il mondo interno e il mondo esterno dell’individuo ponendo al centro dell’attenzione le relazioni che la persona crea interagendo con l’ambiente e con gli altri. In un’ottica di complessità, il terapeuta tiene conto dei diversi punti di vista in scena, pone e si pone domande, insegna al paziente un modo nuovo di connettere le cose e le persone, gli eventi e i significati permettendogli di liberarsi da una rigida visione di sé e della realtà che lo circonda. La terapia sistemica si rivela efficace per affrontare problemi individuali, di coppia e familiari. È stata per lungo tempo identificata con la terapia della famiglia. Oggi questa suddivisione non esiste più.

LA TERAPIA SISTEMICA INDIVIDUALE

La terapia sistemica individuale si rivolge al singolo individuo. Egli porterà in seduta le relazioni significative nella sua vita, i suoi vissuti, le sue emozioni, i suoi pensieri e la sua storia… unica! Qualora lo ritenga utile ai fini della terapia, il terapeuta può chiedere al paziente il coinvolgimento reale di persone significative per il paziente. La terapia individuale è consigliata per Ansia, attacchi di panico, fobie, disturbi psicosomatici, depressione, nei casi di lutto o perdita di relazioni importanti, ecc.

LA TERAPIA SISTEMICA DI COPPIA

La terapia di coppia si rivolge ai membri della coppia convocati insieme in seduta. Essa è indicata per le difficoltà di comunicazione, per la gestione dei conflitti, per le difficoltà nelle separazioni soprattutto inerenti la riorganizzazione dei compiti genitoriali, per problemi sessuali, ecc.), in caso di disagio conseguente la nascita del primo figlio, ecc. In un primo momento del percorso terapeutico si identificano gli schemi relazionali rigidi, ripetitivi e disfunzionali messi in atto dai partner, schemi responsabili del mantenimento del problema; successivamente si avviano cambiamenti nelle modalità di relazione che portano ad una risoluzione positiva e costruttiva del conflitto o del problema presentato, portando così la coppia ad un equilibrio relazionale funzionale con benessere per entrambi i partner.

LA TERAPIA SISTEMICA DELLA FAMIGLIA

La terapia sistemica familiare prevede il coinvolgimento di tutti i membri della famiglia e, caso per caso, di altre persone significative nella vita del paziente. E’ la forma preferenziale di trattamento in presenza di disagio in minori o adolescenti. In questi casi è obbligatorio il consenso alla terapia di entrambi i genitori anche se uno dei due non voglia partecipare alla terapia. La terapia familiare si rivela efficace nei casi di difficoltà legate alla crescita (es. in adolescenza), nei casi di conflitto, di disturbi alimentari (anoressia e bulimia), depressione, ansia, difficoltà nelle relazioni e nell’adattamento all’ambiente domestico, di lavoro, scolastico, sociale, ecc.

Articolo precedente

Chi è il Counselor

Articolo successivo

Chi è il Coach